Cosa ti aspetti dalla tua attività online?

Dotarsi di un e-commerce è l’unico modo per ritagliarsi uno spazio importante sul mercato. Di conseguenza, utilizzare piattaforme in grado di fornire dati sul traffico del proprio e-commerce può fare tutta la differenza del mondo. Google Analytics è la scelta migliore per capire cosa aspettarsi dal proprio sito web, e per definire meglio le strategie di marketing. Vediamo insieme 5 consigli per adoperare Analytics al meglio.

Aumentare le conversioni

Lo scopo degli e-commerce è vendere, dunque convertire le visite in esperienze d’acquisto. La conversione è lo scopo per cui ogni azienda dovrebbe affidarsi ad un esperto di Analytics, per prelevare dalla piattaforma i dati relativi al traffico, e trasformarli in strategie di marketing vincenti. In grado, in poche parole, di aumentare le conversioni.

 


Il modulo avanzato di Google Analytics

Fino a qualche tempo fa, per estrarre i dati dalle pagine dell’e-commerce era necessario inserire manualmente su ogni pagina un codice specifico. Oggi, grazie alle nuove funzioni di Analytics, tutto questo avviene in automatico. Dati come numero delle pagine visitate, pagine visitate più di frequente e prodotti messi più spesso nel carrello vengono generati automaticamente grazie al modulo avanzato di Google Analytics.

Checkout e Success page

Entrando nello specifico, alcuni dei dati più interessanti rilevati da Analytics riguardano la congruenza fra numero di visitatori che giungono al pagamento del prodotto (checkout), e numero di visitatori che effettuano la transazione economica (success page): se i due numeri non dovessero coincidere, significherebbe che il sito ha un problema tecnico che sta causando un grave danno economico all’azienda. Rivolgersi ad un esperto significa anche affrontare questi problemi velocemente.

L’analisi del comportamento d’acquisto

Le conversioni non saranno mai soddisfacenti se prima non ci si concentra sullo studio del comportamento d’acquisto dei consumatori: si tratta dell’aspetto più complesso per un e-commerce. Analytics permette di studiarlo avendo a disposizione dati reali, partendo dall’atterraggio dal motore di ricerca, dalle keyword utilizzate dall’utente e dalle pagine visitate per arrivare al momento più importante.

Realizzare campagne ADV professionali

Se i dati rilevati da Analytics non dovessero essere soddisfacenti, il problema sarà di sicuro la poca efficacia delle campagne ADV realizzate. In questo caso, affidarsi ad un professionista che sappia utilizzare i dati di Analytics per realizzare campagne adeguate con AdWords, è fondamentale per avere un e-commerce che realizzi profitti.

Cosa conosci delle agenzie che tutelano i diritti dei viaggiatori

Uno dei miei ricordi più belli è il viaggio alle Maldive, ma il momento di preparare i bagagli arriva sempre, e la mia valigia al rientro era carica, abiti, effetti personali vari, costosa attrezzatura sub e molti souvenir. Il viaggio durò circa 9 ore e stremati ci recammo nel punto indicato per la riconsegna valigie. Quella del mio compagno arrivò quasi subito e ci parve strano che non fossero vicine, ma quando il nastro trasportatore si fermò, fu chiaro che c’era un problema: la mia valigia era sparita.
Imbarcata altrove? Presa da qualcun altro? Smarrita? Tutte domande che generano panico. Che oggi so gestire, e posso raccontarvi come fare, ma quel giorno mi pervase.
La prima cosa che feci io e che va fatta in caso di bagaglio smarrito è rivolgersi agli Uffici “Lost and Found” e compilare i moduli P.I.R. “Property Irregularity Report”.

A questo punto, moduli alla mano, rivolgetevi senza indugio all’agenzia di risarcimento che tutela i diritti dei viaggiatori. La nostra era la “Neos”, ma ogni compagnia aerea ha la sua. Preferibilmente per mezzo raccomandata A/R, fate pervenire la seguente documentazione all’agenzia di tutela:
1. Originale dei moduli P.I.R.
2. Convocazione di viaggio per verifica registrazione bagaglio.
3. Scontrini per spese sostenute in seguito alla non riconsegna del bagaglio.
4. Lettera con tutti i vostri dati.
5. Riferimenti bancari con iban per eventuali risarcimenti.
-Nel caso di “accertato smarrimento” integrare la documentazione con il successivo punto:
6. Elenco dettagliato delle cose presenti nel bagaglio, con indicazione del valore e data orientativa di acquisto per ciascuno.
Se siete più fortunati di me, entro 5 giorni dalla denuncia, potrete avere notizie chiamando direttamente il servizio “Lost and Found” aeroportuale.
Se ciò non accade sarà l’agenzia di risarcimento a occuparsi di tutto, grazie, devo ammettere, a un efficiente assistenza clienti che gestisce la situazione con tempestività e competenza, se fornite tutte le carte necessarie. Dopo 21 giorni, se il bagaglio non viene rintracciato, la pratica di risarcimento con stima dei valori diviene effettiva. Io rimasi scioccata dall’accaduto ma piacevolmente sorpresa da come, a danno fatto, sia stata “tutelata davvero”. Ricordate però, che se mettete piede fuori dall’area doganale senza aver sporto denuncia, neppure loro potranno aiutarvi.

Scegli online l’allestimento per il tuo negozio

Il successo imprenditoriale di un negozio passa anche attraverso l’arredo, che deve essere pratico, funzionale e assolutamente emozionale. Un negozio, qualunque sia il settore merceologico di riferimento, deve colpire, calamitare e incuriosire. Un cliente affascinato sarà invogliato a varcare la soglia e a seguire l’impulso di acquistare, a patto che la merce sia ben visibile, ordinata e ben illuminata. Acquistare mobili e complementi arredo per negozi alla moda online, non è mai stato così facile da quando abbiamo a disposizione la rete, il web. La scelta è ampia, permette di curiosare liberamente “tra gli scaffali” di chi espone online tutto il necessario che serve per allestire un’attività commerciale.
I portali di riferimento sono tanti, così come le offerte, spesso incredibili, che aiutano certamente in un periodo di crisi fortunatamente agli sgoccioli. Per fare un esempio concreto, possiamo prendere come riferimento un negozio che vende cose per la casa, regalistica, oggetti di design divertenti ed emozionali. Un negozio di questo genere ha bisogno di un “palcoscenico” che sappia enfatizzare al massimo le proposte in vendite. Immaginiamo colore! Questo il filo conduttore, che possiamo individuare in un elegante grigio tortora, una tinta neutra ed elegante che non “coprirà” con la sua presenza gli oggetti coloratissimi che poseremo sopra in esposizione. Questo è il colore per i mobiletti su ruote, facili da spostare per creare sempre nuovi ambienti. Mensole a parete, specchi che ingrandiscono il locale, proponendo all’infinito l’offerta. Se lo spazio lo consente è meglio prevedere l’acquisto di un divanetto o qualche comoda sedia a disposizione dei clienti, magari di quelli più anziani o con difficoltà motorie. Per la vetrina, manichini stilizzati, uomo/donna, da utilizzare per mimare scene quotidiane in cucina ad esempio. Luci per la vetrina e per i punti più bui del negozio, che mai e poi mai deve avere quell’aria cupa tipica di un locale male illuminato. Il web con i suoi servizi online, mette a disposizione idee e suggerimenti ma soprattutto tante belle proposte, per scegliere al meglio e con la sicurezza di acquistare la massima qualità.

Non resta che aprire il pc, consultare il proprio smartphone e “entrare” nel mondo dell’arredo online per negozi e decidere lo stile per la nuova attività. Dopo un periodo cupo, oramai alle spalle, è ora di agire, di ricominciare, anche attraverso un nuovo lavoro che può essere un bel negozio, dove accogliere, conoscere e crescere professionalmente. Se già se ne possiede uno, un tocco di novità, un rinnovamento non potrà che avere una spinta positiva sul proprio business.

L’isola di Ischia un soggiorno salutare

Posta a settentrione del Golfo di Napoli, Ischia è una delle località turistiche preferite da italiani e stranieri.
Forte di un clima temperato tutto l’anno, grazie alla sua posizione nel Mar Tirreno centrale, l’isola è molto apprezzata per le sue spiagge termali, famose fin dall’antichità.Il suo rilievo maggiore, per tre quarti a picco sul mare, è il Monte Epomeo, un vulcano sottomarino sprofondato nel corso di centinaia di anni.
L’intera isola, nasconde paesaggi di incredibile bellezza: scogliere, spiagge, valli, sorgenti di acque termali e ben 29 bacini.Sul versante Ovest, sorge il comune di Forio, il secondo più grande dell’isola. Ed è proprio qui, tra l’estensione di due promontori, che si nascondono le spiagge più belle di tutta Ischia, come la spiaggia di Citara, ricca di piante balsamiche e vegetazione tropicale. La sua sabbia bianca e fine è particolarmente indicata alle famiglie con bambini.

Il Borgo di Forio è caratterizzato da un centro storico ancora intatto, con antichi palazzi nobiliari, affascinanti vicoletti, numerosi atelier di pittori locali, diverse botteghe artigiane di ceramica e moltissimi negozi per lo shopping.

Per gli amanti del trekking, Ischia offre una varietà di sentieri con possibilità di escursioni spettacolari, come il percorso tra i “Boschi incantati”, tra promontori selvaggi, colline, boschi e cave; o il bellissimo sentiero dell’anima, a Piano Liguori, totalmente a strapiombo sul mare nel versante sud orientale.

I centri principali del divertimento sull’isola, sono il comune di Ischia Porto, insieme al comune di Forio, entrambi ricchi di locali notturni, pub, discoteche, ristoranti, tavernette e american bar, adatti sia ai giovani che ai meno giovani.

Raggiungere Ischia è molto semplice e comodo.
Puoi imbarcarti con veloci traghetti per Forio scegliendo tra le varie compagnie che effettuano la tratta.
Per chi viaggi in auto, è possibile imbarcarsi a Pozzuoli per evitare il traffico di Napoli. I traghetti Caremar o Medmar impiegano un’ora a percorrere la tratta Pozzuoli-Ischia.

E’ possibile imbarcarsi anche da Napoli: da Mergellina partono solo aliscafi; Calata Porta di Massa è invece servita solo da traghetti; e infine, dal Molo Beverello partono solo aliscafi.

Meizu MX5 non puoi resistere senza

Per entrare in possesso di uno smartphone di livello top non è più necessario rivolgersi esclusivamente alle più prestigiose marche. Grazie all’azienda cinese Meizu, infatti, è possibile acquistare un cellulare di ultima generazione a prezzi decisamente più bassi rispetto a quelli imposti dalle multinazionali, non rinunciando alle prestazioni né alla qualità costruttiva.

Ho acquistato personalmente online il Meizu MX5, modello di punta della casa asiatica. Lo smartphone è realizzato con materiali di ottima qualità, pesa meno di 150 grammi, ha uno spessore di soli 7,6 millimetri e dispone di un ampio display da 5,5 pollici con risoluzione Full HD. La qualità delle immagini è eccezionale in ogni ambito, dalla riproduzione di video alla navigazione su internet, dal gameplay all’utilizzo dei social network. Dal punto di vista dell’hardware, il Meizu MX5 è provvisto di un processore octa-core da 2,2 GHz, di 3 GB di RAM e di una memoria interna da 64 GB, dotazione che lo rende in grado di riprodurre con la massima fluidità video in alta definizione e di utilizzare qualsiasi tipo di app. Per assecondare le moderne esigenze, il cellulare cinese è munito di una doppia fotocamera: quella posteriore ha una risoluzione di ben 20.7 megapixel e si presta sia alla registrazione di video nel nuovo formato Ultra HD 4K che allo scatto di foto di qualità sorprendente; la fotocamera frontale, invece, ha una risoluzione di 5 megapixel ed è sviluppata appositamente per lo scatto dei ‘selfie’ e per effettuare videochiamate.

Per quanto concerne la connettività, il Meizu MX5 dispone del modulo Wi-Fi, per accedere alla rete domestica, del Bluetooth, per il collegamento ad altri dispositivi mobili e a varie periferiche, del GPS, per utilizzare i servizi di localizzazione, e del moderno LTE, per connettersi alla rete internet mobile ad alta velocità.
Lo smartphone è basato sul celebre sistema operativo Android Lollipop 5.0, il quale consente di ottenere i massimi standard prestazionali e di sfruttare pienamente le potenzialità hardware del prodotto. Oltre alle varie funzionalità native, attraverso il Play Store di Google è possibile scaricare, anche gratuitamente, migliaia di app per ottenere le funzioni aggiuntive desiderate. La batteria agli ioni di litio da 3150 mAh assicura un’ottima autonomia.

Ibiza una vacanze ricca di divertimento

Provare emozioni e divertirsi a Ibiza è davvero una cosa che viene naturale. In un contesto straordinario che è un mix di spiagge, mare, locali e discoteche e persino difficile stilare un elenco delle cose da fare. Di rara bellezza è la spiaggia di Cala Codolar, una caletta naturale caratterizzata dalla sabbia chiara e qualche ciottolo. La vegetazione e le scogliere basse conferiscono a questa spiaggia un aspetto selvaggio, un luogo ideale dove rilassarsi e ammirare i tramonti di Ibiza. Et Cavallet è un’altra delle spiagge più apprezzate dell’isola. Circondata da una natura pressoché incontaminata, la spiaggia è molto grande e coperta da una sabbia bianca. Anche qui l’atmosfera è rilassante e le acque molto limpide. Poco distante dalla città, ma particolarmente adatta alle famiglie perché dotata di vari servizi, è la lunghissima spiaggia di Talamanca. Nei pressi della spiaggia sono numerose le ville dove poter soggiornare e godere di tutti i comfort a disposizione.

Ma se la spiagge a Ibiza rappresentano una ricchezza inestimabile, l’isola è soprattutto conosciuta per via della sua movida. Difficile, una volta qui, sfuggire alla tentazione di trascorrere una serata in uno dei tanti locali alla moda. Le discoteche dell’isola sono tra le più note del mondo, locali megagalattici frequentati da tanti giovani dove ascoltare bella musica e incontrare gente simpatica e stravagante. Non si contano, poi, le feste a tema: serate interamente dedicate al rave, alla musica house o al tropical night. Qui la notte è di una vivacità unica, trasgressiva e divertente. Tante le persone eccentriche vestite in modo stravagante che lungo le strade e nei locali si mescolano a turisti “normali”, divertiti e per nulla infastiditi. Inoltre, oltre alle bellissime cubiste, non di rado nelle discoteche più famose si incontrano diversi vip.

In un’isola così attraente non potevano mancare delle ottime strutture ricettive. Trovare una sistemazione non è così complicato e neanche molto caro, a patto che si scelgano le soluzioni giuste. E’ possibile, ad esempio, pernottare in un confortevole appartamento a Ibiza con vista mare, ci sono appartamenti luminosi, climatizzati e dotati di tanti altri comfort. Poco distante dalla spiaggia di Playa d’en Bossa e nei pressi della spiaggia di Figueretes ci sono numerosi appartamenti con queste caratteristiche. Vi aspettano cucine interamente attrezzate, terrazze con vista mare, camere e salotti climatizzati, etc.

Il corso di formazione giusto per l’e-commerce

La rivoluzione degli acquisti sul web, che da un lato consente a chiunque di comprare un oggetto da qualsiasi parte del mondo, presenta una complessità che il commercio tradizionale non ha mai conosciuto. Uno di questi è la difficoltà per l’acquirente di stabilire un adeguato contatto con il prodotto. In sostanza un prodotto acquistato su di un sito di e-commerce non può essere né toccato né provato. Per ovviare a questo limite, il quale è ancora motivo di diffidenza per molti, l’unico modo è progettare un sito di e-commerce ben fatto e che consenta la migliore esperienza di navigazione possibile, è importante affidarsi ad una agenzia seo prestashop. Presentare il prodotto sotto tutti gli aspetti è fondamentale, ma anche spiegarne le funzionalità e i limiti di utilizzo.

Molto spesso nella navigazione ci si imbatte in siti di e-commerce approssimativi, nei quali la grafica è artificiosa, le descrizioni dei prodotti improvvisati e il processo di acquisto lungo e difficile. Queste caratteristiche danno l’indicazione di una cattiva preparazione di chi ha progettato il sito e probabilmente contribuiranno al fallimento dell’azienda, indipendentemente dalla validità dei prodotti e dal loro rapporto qualità/prezzo.
Se si vuole lanciare un sito di e-commerce, infatti, non basta avere il prodotto giusto, o i prodotti giusti, occorre che la realizzazione delle pagine web che ospiteranno le nostre vetrine abbiano una grafica accattivante e una funzionalità semplice ma sicura, perché un altro limite del nostro sito potrebbe essere l’inadeguato standard di sicurezza, visto che i nostri clienti dovranno lasciarci delle informazioni sensibili. Voi lascereste il numero della vostra carta di credito ad un sito che non dia chiaramente informazioni sulla sicurezza della protezione dei dati?
Risulta evidente, insomma, che non si può improvvisarsi progettisti e gestori di un sito di e-commerce dall’oggi al domani. Occorre prepararsi e per farlo il modo migliore è frequentare un corso e-commerce che dia quantomeno le basi per la realizzazione e la gestione di un progetto di e-commerce.
Se nella propria città non ci sono dei corsi simili si può sicuramente cercare sul web e trovare dei validissimi corsi online che possono fare al caso nostro. Un corso sicuramente valido e prestigioso è il master in E-commerce e social sales de “Il sole 24 ore” che nei suoi moduli insegna a definire una strategia e-commerce, a creare il processo di vendita online, a realizzare un web design adeguato e funzionale, ad utilizzare i social media e i social network per le promozioni, ad ottenere il massimo rendimento dai motori di ricerca, a gestire al meglio gli ordini in magazzino e a gestire con sicurezza i dati che i clienti comunicheranno.

Il cuscino per la gravidanza un valido aiuto durante la dolce attesa

Il cuscino per la gravidanza può essere un sostegno molto importante per le donne che sono in dolce attesa. Del resto, è risaputo che i mesi della gravidanza siano caratterizzati da dolori a tratti molto forti che si ripercuotono in maniera negativa anche nelle ore di riposo notturne. Le difficoltà cominciano ad emergere non tanto nei primi mesi, quanto in quelli successivi. Trovare la giusta posizione, nel momento in cui aumenta il volume della pancia, potrebbe essere un’impresa piuttosto ardua. La situazione, ovviamente, rischia di aggravarsi nelle fasi finali della gravidanza, con i dolori che potrebbero diventare ancora più forti. Per ovviare a questa situazione di disagio potrebbe essere davvero molto utile ricorrere al cuscino per la gravidanza. Questo cuscino è stato costruito appositamente per adattarsi senza alcuna difficoltà alla linea del corpo della persona che lo dovrà utilizzare. Ha una forma morbida ed allungata ma, nonostante questo, ben strutturata e resistente. Non fa fatica a sorreggere il peso di colei che lo impiegherà. Dal punto di vista dei materiali utilizzati per la costruzione, il cuscino per la gravidanza, nella maggior parte dei casi, presenta un’imbottitura di polistirene o di pula di farro.
cuscino-allattamento-picci
Inoltre, è sfoderabile, così da permettere un lavaggio semplice ed efficace. I cuscini per la gravidanza consentono di non cambiare la propria posizione durante il sonno e garantisce un riposo di buona qualità anche nelle fasi più complicate della gravidanza. Per non causare possibili danni al bambino la cosa migliore da fare è dormire sui fianchi con le gambe leggermente piegate. Inoltre, questo cuscino è in grado di allineare la colonna vertebrale e di dare sollievo anche al collo. In realtà, la funzione di questo cuscino si rivela positiva anche per altre parti del corpo, ovvero la pancia, le ginocchia, le caviglie, le spalle. Insomma, si può dire che tutto il corpo ne tragga beneficio. I cuscini per la gravidanza sono pensati per essere utilizzati non soltanto in casa ma per essere trasportati ed impiegati anche altrove. Non bisogna dimenticare che tali cuscini possono essere adoperati pure nel periodo dell’allattamento. In commercio esistono diversi tipi di cuscini per la gravidanza. Ci sono quelli più semplici e anche quelli più curiosi per forma e colore. Un aspetto importante che interessa un po’ tutti è ovviamente il prezzo. Un cuscino di gravidanza può costare, se di qualità più alta, intorno ai sessanta euro. Esistono, però, anche delle alternative low cost per chi vuole spendere di meno e avere un prodotto comunque efficace.

Consigli per arredare la casa con più stile

Dare personalità alla propria casa non è così difficile come si potrebbe pensare. Bisogna aprire le vedute e cercare di vedere oltre, immaginare cosa potrebbe arricchirla e cosa, invece, no.

I complementi d’arredo interno sono delle ottime soluzioni per arredare la casa con più stile: si abbinano all’arredamento e conferiscono colore, classe ed energia. Bastano pochi tocchi per dare un altro aspetto a un ambiente, per rivoluzionarlo e avvicinarlo alla propria idea di accoglienza.
Prendiamo il salone, per esempio: immaginatelo vuoto, con solo i mobili. Seppure l’arredamento può essere elegante e raffinato, l’ambiente non può esprimere personalità ed è anonimo. Provate, invece, a posizionare un bel cuscino colorato sul divano: il risultato vi sorprenderà. Basta un tocco di colore in più per esprimere la propria anima, per dare stile al salone.
Si può mettere un cuscino o se ne possono mettere dieci: non frenate la vostra fantasia ma esprimetela attraverso i colori e gli accessori. Possono essere i cuscini o può essere un tovagliato copridivano, un tappeto o una tenda: qualsiasi elemento che completi l’arredamento è utile per cambiare il volto di una stanza a dare luce, stile, armonia e colore.


Anche la camera da letto può essere arricchita e arredata con stile sfruttando al meglio le potenzialità dei complementi d’arredo: avete notato come cambia d’aspetto quando utilizzate un copriletto piuttosto che un altro? Pensateci la prossima volta che vi capita di fare acquisti e immaginate come vorreste che fosse la vostra camera: una volta che lo avrete steso sul letto vi accorgerete che quella è la stanza che avete sempre desiderato.
E’ importante creare un equilibrio con l’arredamento ma questo non vuol dire utilizzare la stessa nuance o la stessa tinta: significa anche creare un contrasto, dare movimento, interrompere la routine e spezzare la monotonia.
Potete, per esempio, creare un armonioso contrasto scegliendo dei colori di tendaggi e parure di biancheria letto che si abbinino tra loro ma che rompano totalmente con la cromia dell’ambiente, così come potete, invece, trovare una tonalità di colore che crei una continuità.
Creare stile significa personalizzare l’ambiente, farlo uscire dall’anonimato e dargli un’impronta più vicina alla propria personalità e al proprio essere, al proprio spirito. Cuscini, tendaggi, tovagliati e quant’altro sono indispensabili per sentire la casa veramente propria.

Chi prepara la certificazione energetica?

L’APE, Attestato di Prestazione Energetica, fino al 3 giugno 2013 chiamato ACE, Attestato di Certificazione Energetica, è una documentazione che riporta le caratteristiche energetiche di un fabbricato, di una casa o di un appartamento. Dal 1° agosto il Ministero dello Sviluppo Economico ha avanzato un decreto dove viene riconsiderata in parte la normativa per la certificazione energetica degli edifici. Una delle modifiche sostanziali stabilisce che in tutte le regioni italiane la classe energetica di un fabbricato venga calcolata allo stesso modo; inoltre il numero delle classi energetiche passa da 7 a 10.

L’Attestato di Certificazione Energetica viene redatto da un tecnico abilitato chiamato certificatore energetico. Tale soggetto deve avere precisi requisiti professionali che sono definiti dal Regolamento 75/2013, che serve ad assicurare la qualificazione e l’indipendenza degli esperti, oppure degli organismi, a cui è possibile richiedere la stesura della certificazione.


Il certificatore energetico è un professionista esperto e qualificato, in grado di effettuare una diagnosi energetica dell’edificio. Per prima cosa è obbligato ad effettuare un sopralluogo personalmente per raccogliere tutti i dati relativi all’edificio, verificando quali strutture lo delimitano, il tipo di impianti di riscaldamento e di produzione dell’acqua calda sanitaria che sono stati installati, quali sono gli impianti di raffrescamento, se presenti, inoltre se esistono ad uso dell’edificio fonti energetiche rinnovabili. Successivamente esegue una diagnosi energetica adottando le procedure previste dalla normativa. A seguito della diagnosi stabilisce il fabbisogno energetico dell’involucro e dell’energia primaria per la climatizzazione invernale ed estiva, e per la produzione di acqua calda sanitaria, calcola le emissioni di CO2 ed infine fornisce indicazioni per migliorare l’efficienza energetica dell’edificio.
Può redigere certificati qualunque tecnico abilitato alla progettazione di edifici e di impianti asserviti agli edifici stessi, sia se dipendente di enti ed organismi pubblici, sia se libero professionista regolarmente iscritto ai relativi ordini e collegi professionali. Quindi un certificatore energetico può essere un architetto, un ingegnere oppure un geometra.
Per assicurare indipendenza ed imparzialità di giudizio, il certificatore energetico al momento della sottoscrizione del certificato deve dichiarare l’assenza di conflitto di interessi, cioè di non essere coinvolto direttamente o indirettamente nella progettazione e nella realizzazione dell’edificio, ne’ con i fornitori di materiali e di componenti presenti nell’edificio.
Un certificatore energetico richiede per redigere il certificato energetico di un appartamento tra i 150 € ed i 300 €, a seconda della città e della complessità delle verifiche e delle valutazioni da effettuare. Poichè la stesura di un APE non è soggetta a tariffazione minima, spesso è opportuno richiedere preventivi a più tecnici ed optare per il più conveniente e sicuro.